TESSERAMENTO 2018

Giunti al termine della stagione 2017 riapre la campagna tesseramenti alla società per l'anno 2018
NUOVO TESSERAMENTO, TRASFERIMENTO o RINNOVO

avranno inizio il giorno 16 Dicembre e proseguiranno per tutti i sabati successivi

presso la sede societaria in via Risorgimento 5/A - Brescia (negozio CORRIMANIA)

Per velocizzare la procedura è possibile inserire già da ora i propri dati in modo da procedere esclusivamente alle firme ed al pagamento il giorno in cui vi recate in sede

https://goo.gl/forms/b0JVmBC4FyCipDHN2

martedì 30 novembre 2010

AUGURI ELENA

... e tantissimi auguri anche a Elena, sempre protagonista alla Proai-Golem.

AUGURI GIANFRANCO

Dicembre inizia con un doppio compleanno. Festeggiamo domani, Gianfranco Moraschini (42). Auguri ....

REWIND: MARATONA DI FIRENZE

Anche su Firenze i commenti sono già stati moltissimi e dunque non mi dilungherò più di tanto.
Anche qui acqua e freddo a volontà, con la differenza, rispetto a Padenghe, che in queste condizioni si è dovuto correre per ben oltre tre ore. E se a questo aggiungiamo l'ora passata in griglia ad aspettare il via e tutto il tempo occorso a fine gara per racimolare qualcosa di asciutto e per poi raggiungere i rispettivi alberghi, ecco che abbiamo il quadro intero di una gara che ha messo tutti a durissima prova. Eppure i nostri risultati sono lì da vedere. Personali come se piovesse (eccome, se pioveva !!!!) e qualche prestazione decisamente da urlo. Peccato per Barbara (Bertelli) e Alessandro (Bignotti), costretti all'abbandono da problemi fisici, ma hanno tutto il tempo dalla loro per rifarsi. Agli altri, indistintamente, complimenti non del tutto disinteressati a manetta.
Il percorso era per larga parte nuovo. Discesa iniziale ridotta ad un kilometro scarso, il parco delle Cascine affrontato tra il 5° ed il 13° km (decisamente meglio così), alcuni passaggi "nuovi" in centro città (da brividi quello su Ponte Vecchio al 38° km) e diversi sottopassi e cavalcavia dislocati lungo il percorso con una salita (!) di un centinaio di metri suppergiù al 37° km che mi ha fatto passare in rassegna con la voce che mi era rimasta, tutte le madonne che conosco.
L'organizzazione, ottima nel pregara e lungo tutto il percorso, ha presentato qualche crepa dopo l'arrivo, ma sicuramente era ben difficile fare meglio con le condizioni atmosferiche che peggioravano di minuto in minuto.
Questo è tutto .. o quasi. Il resto è stata la trasferta in compagnia: divertente, indimenticabile. Le battute, i tanti aneddoti che non mancheremo di raccontarci fino a sfinirci, ogni volta che capiterà. E poi i tanti in bocca al lupo prima del via (quanti ne abbiamo fatti crepare di lupi?!), le pacche sulle spalle di incoraggiamento, il via, la tensione che si sfalda man mano che passano i km, la gioia di vedere un volto amico pronto ad incitarti lungo la strada, i "cinque" dei bambini, le mani che si protendono ai ristori, l'arrivo, le lacrime di gioia e commozione, gli abbracci con volti conosciuti e no, la medaglia al collo che non vorresti mai più sfilare, i 26 sms di felicitazione a cui rispondere, per la gioia della TIM ... ma sì, chissenefrega!, la stanchezza felice che ti assale ... Tutto questo e molto altro ancora è la Maratona. Una splendida follia lunga 42 km e 195 metri. Non un metro di meno, sennò non vale.

REWIND: MEZZA DI PADENGHE

Rieccomi a cercare di recuperare un po' di arretrati.
Grazie alla mole notevole di commenti (grazie a tutti: più il blog è partecipato, più è bello e divertente), chiunque si è già potuto fare un'idea delle gare di domenica scorsa.
Leit motiv della giornata, le pessime condizioni atmosferiche: acqua e freddo a fare da compagni di corsa. Ma quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare e così non ci siamo limitati ai proclami dei giorni precedenti: a tempo da lupi, abbiamo risposto con prestazioni da Leoni su tutti i fronti.
Padenghe. Pur in assenza di qualche nostra punta di diamante, abbiamo vinto la classifica per società. L'ennesima perla di questa splendida stagione. E non sono pure mancati i personali: Lopez, Arrighini, Mervyn, Alberto Mosca, Fornari, Lucchini, Baldazzi e Bacchetti gli splendidi artefici di giornata. Complimenti a tutti.
Nelle classifiche pubblicate da TDS e da me riproposte in tabella, manca Ivano Paloschi che ha regolarmente tagliato il traguardo con il tempo ufficioso di 1:52:08 (vedi foto). Pur in assenza di correzione da parte di TDS, terrò conto di questo tempo per l'attribuzione dei punteggi Cobram.
Le classifiche complete sono disponibili sul sito http://www.tds-live.it/ (e non championchip.it, come avevo erroneamente scritto la scorsa settimana).
Appena possibile saranno pubblicate le foto della gara.
**
Piccola nota a margine: come già sottolineato dal Presidente e più volte evidenziato anche da altri, anche a Padenghe si è verificato "il problema" di nostri tesserati iscritti alla prova non competitiva anzichè a quella competitiva, valida per il campionato di società. Nulla di drammatico, sia chiaro. A volte può capitare che qualcuno decida all'ultimo istante di partecipare ad una gara, quando le iscrizioni alla prova competitiva sono già chiuse, e qui nulla da dire. In questo caso, ovviamente, la soluzione, è quella di organizzarsi con un briciolo di anticipo e ovviare così al problema.  Qualcuno potrebbe dire che il costo dell'iscrizione alle gare competitive è spesso parecchio oneroso. Anche qui, nulla da obbiettare, soprattutto in questo periodo di crisi. A questo proposito vi ricordo tuttavia, che le tutte le Maratonine valide per il Campionato Provinciale FIDAL di Società, DEVONO permettere l'iscrizione alla gara Competitiva SENZA PACCO GARA al costo agevolato di 8,00 euro, indipendentemente dal fatto che questo sia specificato o meno dai vari volantini. Un modo come un altro per coltivare la nostra passione, andare incontro alle esigenze della squadra e risparmiare qualcosa, soprattutto quando ci sono pacchi gara "miseri" e non vogliamo riempirci la casa con l'ennesima maglietta di cotone o l'ennesimo strofinaccio.

lunedì 29 novembre 2010

ALLENAMENTO COLLETTIVO DEL MERCOLEDI'

Primo allenamento "fuori pista" per la squadra. Mercoledì 1/12 ci si sposterà al Polivalente per l'allenamento collettivo a base di scatti in salita (leggeri, perchè sono i primi). Appuntamento verso le 18,30.
La pista è comunque aperta per chi volesse continuare a frequentarla.

Classifiche di Padenghe

sabato 27 novembre 2010

AUGURI FABIO

Fabio ha scelto un bellissimo modo di festeggiare il suo 45° compleanno di domani, quello di "regalarsi" la Maratona di Firenze. Insieme agli auguri di buon compleanno, un in bocca al lupo grande come una casa per la gara.

venerdì 26 novembre 2010

42 KM E ROTTI DI PAUSA

Mi prendo (insieme a parecchi compagni di viaggio) una "pausa agonistica" di 42 km e rotti e temo di non riuscire ad aggiornare il blog fino a martedì, anche a causa di problemi di lavoro. Ma se ho un attimo di tempo, giuro che farò il possibile per anticipare i tempi.
Le classifiche di Padenghe le potrete comunque trovare su http://www.fidalbrescia.it/ o su http://www.championchip.it/, mentre quelle di Firenze (diretta TV su RaiSport1 dalle ore 9,15), le troverete su http://www.tds-live.it/
A presto e buone corse a tutti.

... non prima di aver aggiornato le classifiche Cobram, visto che sono stato giustamente ripreso per i miei ritardi.

DI CORSA CON TITO

NYCM +19: la sbornia è smaltita


New York siamo ormai tornati da tempo, la maglia verdeblu è messa in bacheca (anche se ahinoi non è finita in TV e nemmeno nell'albo d'oro...) e si pensa già alla stagione di cross. Per non farmi mancare nulla, ma proprio nulla, in termini di capricci sportivi mi sono permesso un esperimento in termini di preparazione invernale: un breve periodo di altura a novembre.
Chi ama lo sci e può permetterselo fa la "settimana bianca"; io e un mio compagno di allenamenti ci siamo inventati la settimana bianca podistica, anticipando un po' il turismo dicembrino e sperimentando Livigno (1816m s.l.m.) con la prima neve (ci sono 78 cm di neve e oggi nevica di nuovo). Doppiamo ogni giorno, ricorrendo al cross-training: una seduta di corsa e una di sci di fondo, tipicamente.
Se sarà stata un'esperienza utile e davvero allenante potrò dirlo solo al rientro, la settimana prossima, intanto mi diverto a usare il nuovo GARMIN Forerunner 110 che ho preso prima di NYCM da Forrest Gump Running and Trail. Sul mio sito una cronaca dell'allenamento e una finestrella interattiva su Garmin Connect che mostra l'allenamento svolto in maniera innovativa e immediata. Una chicca...
Intanto Teodoro in pianura gode dei benefici allenanti della maratona di NY facendo bella figura in Maddalena sul Trail... Ma da lunedì lo rimetto sotto con gli allenamenti per l'inverno ;-)
Colonna sonora: Inti Illimani - Alturas

giovedì 25 novembre 2010

AUGURI ALDO

... ed infine Aldo (45), un grande "ex" mezzofondista, che piegatosi alle dure leggi della Cobram, quest'anno ha scarpinato su ogni terreno, anche su quelli a lui per niente congeniali. Grandissimo. Augurissimi.

AUGURI MAURO

... e poi Mauro, che ne fa 36. Auguroni anche a te.

AUGURI ANTONIO

Triplo appuntamento con gli auguri per domani 26 Novembre. Il primo è Antonio, che ne fa 47. Auguri.

mercoledì 24 novembre 2010

CREMA IN FOTO

Vi segnalo sul sito Podisti.net quattro ampi album fotografici della Maratonina di Crema.
Li potete trovare cliccando qui.

FIRENZE: CAROVANA DEL SABATO

Un buon gruppo di auto, con a bordo maratoneti e accompagnatori con destinazione Firenze, si muoverà sabato mattina da Brescia. Se qualcuno volesse aggregarsi per un viaggio in carovana, il ritrovo è fissato per le 8,00 nel piazzale antistante Forrest Gump (Via Orzinuovi, 50 - Brescia).

MUTB 2010 PERCORSO ROSSO - LE CLASSIFICHE

Finalmente disponibili anche le classifiche del Percorso Rosso della MUTB. La gara ha visto al via tre nostri atleti: Laura Casella, Sandro Gaffurini e Ivano Pelosi. Tutti tre risulta abbiano concluso la prova al cancelletto situato al Grillo, al 34° km dei 43 previsti. Probabile che siano transitati al cancello fuori del tempo massimo consentito (7h 30'), ma altre informazioni, al momento, non ne ho. Bravi comunque.
Cliccando qui potrete trovare le classifiche complete.

martedì 23 novembre 2010

CORRIAMO A ...

La prossima domenica vedrà la nostra squadra divisa essenzialmente in due: da una parte quelli che gareggeranno a Padenghe sulla distanza della Mezza Maratona e dall'altra quelli che, invece, la Maratona se la faranno tutta in quel di Firenze. Ma la prossima domenica vedrà anche l'inizio della stagione dei Cross invernali, con le gare di Palazzolo e Condino. Ecco il programma completo.
  • SAB 27 NOV - Pieve di Concesio (Sede Alpini, Via Mattei 95) - Camminate notturne non competitive in montagna di km 6, 11 o 17 - Per iscrizioni e altre info, vedi sito http://www.anaconcesio.it/
  • DOM 28 NOV - Padenghe s/G (Piazza del Caduti) - Maratonina Internazionale valida come ultima prova Campionato Prov.le Fidal per Società di Maratonina - Iscrizioni fino a Sabato 27/11 - Partenza ore 10,00 - Pettorale fornito dall'organizzazione - Tutte le info su http://www.maratoninadipadenghe.it/
  • DOM 28 NOV - Padenghe s/G - Non competitiva Hinterland di km 10 - Partenza ore 9,00
  • DOM 28 NOV - Palazzolo s/O - 1^ Prova Trofeo Monga - Corsa campestre di km 7 circa per le cat. maschili e km 4 circa per quelle femminili - Partenze dalle ore 9,30 in poi - Obbligatoria la preiscrizione entro le ore 22,00 di Venerdì 26/11, a mezzo modulo scaricabile dal sito http://www.trofeomonga.it/
  • DOM 28 NOV - Condino TN (Loc. Sorino) - Cross Valle del Chiese - Corsa campestre di km 5 (Uomini) e di km 3 (donne) - Partenza ore 10,00 - Iscrizioni esclusivamente tramite il sito http://www.fidal.it/ entro Giovedì 25/11 - Se qualcuno fosse interessato lo segnali con estrema urgenza e non all'ultimo minuto.

MUTB 2010 PERCORSO VERDE - LE CLASSIFICHE

Seppure già anticipate dai miei valenti assistenti, ecco le classifiche dei nostri alla MUTB Verde (20 Km), Davvero grandissima la prova di Teodoro, ma anche gli altri (ad esclusione dei tre del "Servizio Scopa")  non sono stati da meno.
Per ciò che riguarda le calssifiche della gara lunga, occorre portare ancora qualche ora di pazienza.

lunedì 22 novembre 2010

MADDALENA URBAN TRAIL BRESCIA: STATO DEI LAVORI

Ricapitolando: le classifiche ufficiali dovrebbero essere disponibili da domani. Per ora accontentatevi di quelle pubblicate da Daniele nel suo commento al post di ieri, relative alla sola gara di 20 km. Per la lunga occorre attendere.
Nel caso foste interessati, a questo indirizzo potete già visionare i provini realizzati dal fotografo ufficiale della gara.

 
Qui sopra, alcuni scatti fatti sempre da Daniele. Ne dovrebbero arrivare alcuni altri promessi da Paolo Palmini.
Intanto, grazie a tutti per la preziosa collaborazione e in particolar modo al mio "piccolo e prezioso aiutante".

domenica 21 novembre 2010

MUTB 2010: ATTESA NOTIZIE

Le classifiche dovrebbero essere disponibili da Martedì. Ringrazio Daniele, ma le immagini che mi ha fornito sono un po' problematiche da interpretare. Meglio aspettare le classifiche ufficiali, a questo punto.
Se nel frattempo, qualcuno volesse postare il proprio commento o le proprie impressioni. è come sempre il benvenuto.
Ecco la breve nota postata dall'organizzazione della gara :
"Si è svolta oggi la terza edizione della MADDALENA URBAN TRAIL. Le previsioni meteo non hanno sbagliato e gli atleti si sono trovati ad affrontare i percorsi sotto una pioggia battente. Nonostante tutto la partecipazione ha confermato le aspettative nelle presenze delle due principali gare con poco defezioni.
Ringraziamo tutti i partecipanti che non si sono lasciati intimidire dalla pioggia, gli sponsor ed i numerosi volontari che hanno donato 2500 ore di lavoro per la realizzazione della manifestazione.
Vi aspettiamo nel 2010 il 20 NOVEMBRE!.
Michele Mombelli - Pres. TRB

E DA VALENCIA RISPONDE UN OTTIMO DALLERA

Alby chiama, Andrea risponde. Alla gran prova di Alby Piceni a Crema, risponde un'altrettanto ottima gara di Andrea Dallera a Valencia (20^ Medio Maraton de Valencia). Anche per Andrea, best stagionale, con il tempo di 1:17:04, crono che gli è valso la 65^ posizione assoluta in questa Mezza Maratona da oltre 8.000 partecipanti. Davvero bravo.
Dalla stessa gara è giunta anche la miglior prestazione italiana femminile del 2010. Protagonista, Anna Incerti, capace di un ottimo 1:10:41.

CREMA: PICENI GRAN PASTICCERE

La Maratonina di stamattina a Crema, ha visto una grandissima gara del nostro Alberto Piceni. Alby si è classificato infatti alla decima posizione della classifica assoluta, giungendo 3° dei non assoluti. Prestazione impreziozita, per di più, da un crono di assoluto livello (1:16:32), suo record stagionale e best 2010 per la nostra squadra. Tutto questo in una giornata dove la pioggia l'ha fatta da assoluta padrona, non allentando la sua morsa per l'intera durata della gara. Immenso Alby.
Altri quatto i nostri atleti in gara a Crema: Bettoni, Dancelli, M. Arcari e Mervyn. Niente personale per loro, ma prove comunque di gran livello, dall' 1:20 del Betto (37°), all'1:22 di DD, che solo un mese fa gli sarebbe valso quasi il personale. Meno brillante del solito, ma comunque accettabile la gara di Mirco, cui le ultime vicissitudini hanno forse lasciato il segno e prova di ottimo livello di Mervyn, che sembra essersi lasciato alle spalle l'infortunio patito. Classifiche complete su http://www.tds-live.it/
  • 10 - A. Piceni - 1:16:32
  • 37 - F: Bettoni - 1:20:42
  • 52 - D. Dancelli - 1:22:24
  • 90 - M. Arcari - 1:25:42
  • 307 - M. Karawe T. - 1:39:11

HINTERLAND NUVOLENTO : VINCE MONICA

 
Almeno 3 i nostri rappresentanti alla corsa Hinterland di Nuvolento. Ecco le loro brillanti classifiche:
  • G. Moglia - 2° Cat. I
  • M. Baccanelli - 1^ Cat. D (e prima assoluta della gara femminile, col tempo di 31:51)
  • M. Botti - 7^ Cat. D
Qui quelle complete.

sabato 20 novembre 2010

AUGURI CARLO

Eccone una altro al palo per qualche problemino fisico. A Carlo, compagno di viaggio della prima Mezza Maratona della mia vita, e quindi in parte colpevole se oggi sono qui con voi, insieme agli auguri di buon compleanno (domani ne fa 58), quelli di ritrovarlo al più presto ai nastri di partenza. Anche se la vulcanica Paola rappresenta la famiglia alla grande ...

venerdì 19 novembre 2010

PAROLE DI CORSA

Linus - Parli sempre di corsa - Ed. Mondadori

Non è certo un libro che vincerà premi letterari, ma è piacevole, scorre bene e rispecchia in tutto e per tutto la personalità di questo popolare DJ runner (a New York, per la prima volta sotto le 3.30 in maratona). Linus è uno di noi e questo è un libro come lo faremmo noi. Parla di corsa, quella che ti libera la testa come per magia. Quella che fa scomparire lo stress e la stanchezza della giornata, per lasciare il posto a pensieri ed emozioni. Un libro molto intimo, in cui Linus racconta cosa gli succede nella mente, nel cuore e nell'anima quando smette i panni del deejay ed esce a fare una sgambata. E poi ci sono le tabelle, i carboidrati, le scarpe nuove. C'è la Maratona di New York, con i suoi riti, il marketing estremo e i quattromila italiani che il giorno prima si riscaldano a Central Park. C'è l'ossessione per i chilometri misurati con la perizia di un geometra svizzero. Ci sono il cardiofrequenzimetro, la playlist sull'iPod, quel senso di eroica fratellanza con una marea di sconosciuti che faticano al tuo fianco. E poi c'è il Kenia, la terra degli uomini-antilope. Tanti racconti per parlare di un universo fatto di sentimenti, persone e aneddoti, personalissimo e molto avvincente, che ha cambiato Linus, ma anche molti di noi, nel profondo.
**
Per chi potrà e vorrà esserci, Linus sarà a Firenze, alla Libreria Edison, alle 18 del venerdì antecedente la maratona di Firenze, per un incontro con i lettori.

giovedì 18 novembre 2010

ATLETICA BRESCIA MARATHON: TESSERAMENTO 2011

Scatta l'operazione Tesseramento per l'annata agonistica 2011.
Il Consiglio Direttivo ha deciso di lasciare invariato anche per il prossimo anno il costo, che pertanto rimane fissato a 30 Euro da versare al più presto recandosi in sede (Forrest Gump). Nei limiti del possibile, cercate di evitare il sabato, giorno di massima affluenza della clientela.
Il tempo a disposizione è molto, ma, per ragioni organizzative, vi chiediamo di non aspettare il giorno prima di una gara. 
E' importante sottolineare infatti, che chi volesse partecipare già alle prime gare di Gennaio, dovrà OBBLIGATORIAMENTE essere in regola con il tesseramento, pena la mancata iscrizione alle gare stesse.
**
P.S.: I testimonial dello scorso anno erano sicuramente più forti e più professionali, ma l'anima della nostra squadra è anche questa: passione, fatica e buonumore.

FOTO DI CARPENEDOLO E ALTRO

Nel caso qualcuno fosse interessato all'acquisto, sul sito del fotografo ufficiale della gara, http://www.photosprint.it/, sono disponibili le fotografie della Mezza di Carpenedolo. 
Vi segnalo inoltre, che lo stesso studio fotografico ha a disposizione gli scatti di diverse altre gare disputate da alcuni nostri tesserati nel corso di quest'anno (Passatore, Padova, Parma, Dobbiaco, ecc.) 

ULTIMI FUOCHI DELLA NYCM 2010

Un ultimo post sulla NYCM 2010 e poi, per un annetto, giriamo pagina.
In Gallery4 è stato creato un album fotografico della Maratona della Grande Mela. Sono raggruppate una ottantina di bellissime immagini forniteci da Stefano Beltrami, unite a quelle che abbiamo ricevuto da Tito Tiberti e Teodoro Zanardelli.

Qui sopra, un paio di scatti degni della rubrica "Amici del Brescia Marathon", con Stefano ritratto insieme a Linus, Orlando Brizzolato e Aldo Rock.
**
Daniele Condor, infine, mi segnala questo curioso articolo, in cui un blogger si è divertito a riformulare la classifica degli italiani presenti a NY secondo un particolare criterio. In pratica, il presupposto è questo: più si invecchia, più si va piano. Quindi, un ipotetico tempo di 3h e 30', stabilito da un cinquantenne, vale di più dello stesso tempo, stabilito da un trentenne. Il solito Professore dell'Università di Vattelapesca ha stabilito i vari parametri di aggiustamento e voilà: ecco come sarebbero state le classifiche se tutti i concorrenti avessero avuto 30 anni o giù di lì.
Secondo questa riparametrazione, i risultati "reali" dei nostri sarebbero questi:
  • Zanardelli, 2:59:33, invece di 3:11:29
  • Benedusi, 3:16:52 invece di 3:37:16
  • M. Beltrami, 3:17:26, invece di 3:42:56
  • Abaribi, 4:19:03, invece di 4:43:50
Mentre Tito Tiberti viene considerato da questo studio, al top delle proprie possibilità, e quindi accreditato del medesimo tempo (2:33:02), nella tabella manca Stefano Beltrami che, per questioni fiscali, abbiamo scoperto aver trasferito la propria residenza nel Tajikistan ;D 

mercoledì 17 novembre 2010

LO STRANO SCAMBIO DEI "BIGLIETTONI"

Registriamo l'ennesimo misterioso e increscioso episodio di questo già strano finale di stagione. Domenica, nel parcheggio del Polivalente, qualcuno furtivamente, alla fine della gara, è stato pizzicato a scambiarsi mazzette di bigliettoni, apparentemente banconote da 50 Euro.
Voci di corridoio, narrano di atleti pagati profumatamente da altri, in cambio di super prestazioni e di sprint finali apparentemente senza alcuna logica. Dopo il fattaccio del Condor, un'altra tegola va a minare lo spogliatoio della squadra.
Indagano la Digos, le Fiamme Gialle e Pipia.

AUGURI LORENZO

E domani festeggia il compleanno un altro reduce da una Maratona. Lui è Lorenzo, il più veloce, per ora, dei Mosca Brothers e la 42 è quella di Cannes. Ah .. gli anni sono 44. Augurissimi ! 

martedì 16 novembre 2010

"PERSONALIZZATI" PER SANDRO

Li gradirà ?

AUGURI ALESSANDRO

Freschissimo reduce dal personale di domenica a Torino, in maratona, domani fa 44 anni. Tantissimi auguri, Sandro.

CORRIAMO A ...

  • Brescia (Castello) - Maddalena Urban Trail - Percorso Bianco: 12 km (dislivello 650 mt +) - Percorso Verde: 20 km (dislivello 1.100 mt + Tempo max 6 ore) - Percorso Rosso: 43 km (dislivello 2.650 mt + Tempo max 9 ore) - Partenza collettiva con primo km in gruppo alle ore 8,30 - Per ogni info riguardante iscrizioni e regolamento, consultate il sito della gara, cliccando qui. Le gare "Verde" (Trail) e "Rosso" (Ultra Trail) assegnano punti validi per la Coppa Cobram.
  • Nuvolento (Zona Artigianale, Via Soniga) - Competitiva e Non Hinterland di km 8 - Partenza ore 9,00
  • Crema (Piazza Garibaldi) - Maratonina Città di Crema (21,097 km) e Marian Ten (10 km) - Partenza ore 9,30 - Tutte le info su http://www.bikeandruncrema.it/

ANCORA NEW YORK : BELTRAMI'S MARATHON

Dovevo correre con maglietta Terramia per avere almeno questa foto, ma non mi sono dimenticato della mia ATLETICA BRESCIA MARATHON!!!
Vi ho portato nel cuore, nelle mie gioie e nelle mie sofferenze.
Eravate tutti con me; nei momenti difficili il ricordo delle gare con voi e degli allenamenti in compagnia mi hanno dato la forza di arrivare in fondo.
Grazie a tutti.
Massimo Beltrami
***


New York 7 Novembre 2010
Descrivere la maratona di New York in poche righe è molto difficile.
Servirebbero pagine e pagine di blog ma ci proverò sperando di non annoiare nessuno.
Le emozioni che si accavallano in quei giorni riempirebbero un intero libro.
Alcuni di noi ci sono stati e sanno di cosa sto parlando. Per me era la seconda partecipazione.

Giovedi arriviamo a New York. Piove. Siamo un gruppetto e quindi un taxi limousine lunghissimo ci porta a Manhattan al nostro albergo. Sistemiamo i bagagli e per non perdere tempo vediamo di sbrigare la pratica ritiro pettorali. Non senza difficoltà visto che tutti i maratoneti arrivati fanno la stessa cosa. Cerchiamo di procurarci il classico taxi giallo con alzate di braccio e dopo un quarto d'ora riusciamo a stopparne uno guidato dal solito immigrato pachistano che non capisce una mazza sulla destinazione. Expo marathon gli gridiamo con il dito puntato sulla mappa. "Ok don uorri" risponde lui... Speriamo bene... sono già le 17:30 e alle 19:00 in teoria si chiude.
L'Expo marathon è un girone dantesco. Se non ti convinci a uscire ci passi le ore. Ritiro il pettorale e scopro che sono iscritto alla maratona con il paese di provenienza del Tajikistan. Si. Il mio pettorale riporta la nazione del Tajikistan. Saranno in pochi del "mio paese" penso io e se magari faccio anche un bel tempo mi faranno cittadino onorario dello stato russo. Protesto simpaticamente e di nuovo mi ritrovo faccia a faccia con un indiano che mi dice "don uorri" e mi assicura che avviseranno l'addetto del computer e il database delle informazioni.
Venerdi il tempo migliora. Sveglia all'alba per una corsetta a Central Park e l'immancabile lisciatina al fondoschiena di Fred Lebow, il fondatore della maratona.
Central Park in questa stagione appare meraviglioso con le foglie che assumono i tipici colori rossi e gialli autunnali. Più tardi ci si aggira tra Times Square, le Streets, le Avenue, i grattacieli e le immancabili visite da Abercrombie, Disney, Apple, NBA, Nike, Tiffany (per chi può) e tutti gli altri negozi che in quelle ore brulicano di turisti. I maratoneti li riconosci perchè hanno tutti le scarpette pensando di far riposare i propri piedi, ma non non lo sanno che finiranno comunque nella trappola di dover camminare su e giù per la city con le borse regalo tre le mani.
Sabato la giornata si presenta serena. Si cerca e si pensa di risparmiare le forze andando sulla Sesta e poi a Central Park a vedere la sfilata della marcia della pace che parte alle 9 dal Palazzo ONU. Una sorta di pre-maratona folkloristica zeppa di personaggi con bandiere o camuffati facendo le foto di rito appena sotto il traguardo con il pensiero già rivolto al giorno dopo quando ci si troverà nello stesso punto, ma in condizioni ben divese.
Il pomeriggio ancora acquisti e per finire la classica cena per fare il "pieno" di pasta da Sbarro in Times Square. Poi fuochi d'artifico a Columbus Circle e ritirata presto in albergo per preparare pettorale, chip sulle scarpe e sacco gara. E "pregare"!
Domenica mattina sveglia alle 4:30, colazione al sacco in camera perchè a quell'ora è tutto "closed". Alle 5:30 i pullman puntuali sotto l'albergo iniziano la marcia verso Battery Park con le facce ancora incredule e gli occhi sgranati degli atleti. Inizia ad albeggiare e arriviamo alla zona imbarco, dove dei traghetti enormi da 3.000 posti ci trasportano verso Fort Wadsworth e il "fronte", attraversando gli 8 km di canale che dividono Manhattan da Staten Island.
La giornata si preannuncia serena, senza una nuvola ma con un freddo svizzero e un pò di vento che quasi fa rimpiangere le fidanzate rimaste al caldo sotto le coperte in albergo. Sembriamo tanti soldatini con la nostra sacca trasparente con all'interno tutte le nostre cose che ci serviranno. Elicotteri sopra le nostre teste e poliziotti che ti incanalano verso i rispettivi "corral" recinti. Io partirò nella seconda "wave" alle 10:10. Come "mucche" seguiamo la marcia degli atleti e localizziamo la nostra recinzione contrassegnata dal colore blu. Intanto il sole inizia a rischiarare e intravediamo tra le punte degli alberi gli immensi piloni del Ponte di Verrazzano. Sessant'anni portati bene e 3 Km di lunghezza. Localizziamo un posto dove metterci il più comodo possibile, ci copriamo con delle coperte e aspettiamo. Siamo coperti con degli indumenti che poi abbandoneremo. Vedo gente con indosso delle giacche improbabili appartenute al nonno in un'altra epoca. Tralascio i particolari della ricerca del caffè e dei "donuts" nei punti di distribuzione e le code ai bagni chimici. Arriva il sindaco Bloomberg in elicottero, fa il discorso, un tenore canta l'inno nazionale e via si parte con i top runner. Alle 9:40 poi parte la prima wave.
Ci siamo, alle 10:10 tocca a noi. Chiusi nel recinto finalmente veniamo liberati come dei tori alla festa di San Firmino verso la salita al ponte. Sulle note di Frank Sinatra e "New York New York" abbraccio mio fratello e con il nodo in gola e gli occhi umidi ci auguriamo buona fortuna.
Mentre corro sul ponte, vedo da lontano i grattacieli di Manhattan che luccicano e che mi aspettano e intanto penso che sono fortunato ad essere qui e poter correre. Penso a quelli che non sono potuti esserci. Penso a casa e alla mia famiglia.
Il percorso lo conosco, due anni fa ero qui nello stesso momento. La gente lungo le grandi strade è tantissima. Facile emozionarsi ancora come un bambino. Verrazzano Bridge, Brooklin, Queens, le band che suonano lungo il percorso mentre attraversi i quartieri sembra ti mettano le ali. La gente ti incoraggia e urla il tuo nome e ti viene da correre più forte. "Italia Italia" gridano. "Good job Stefano" e io che saluto e ringrazio con un cinque il bambino con la mano aperta.
Ma sai che devi stare attento a non farti trasportare troppo. La strada è ancora tanta. Ad ogni miglio c'è un ristoro e tu corri letteralmente su un tappeto di bicchieri verdi vuoti, i km sono segnati ogni 5. Vorrei sfatare una volta per tutte la leggenda della banana. L'unico motivo del perchè si mangia la banana in corsa non è il potassio che aiuta, ma perchè è facilmente masticabile e va giù subito. Provate a farlo con una barretta mentre correte!
Il Queensboro Bridge lo passo senza difficoltà, siamo al 25° km, senti solo le scarpe degli atleti che battono sull'asfalto e quando arrivo in fondo e faccio quella curva per entrare in Manhattan esplodono i colori e le urla della gente. Ecco il Maracanà della maratona.
Di nuovo difficile non lasciarsi andare. Poi ecco secondo me la parte più difficile della maratona. La "terribile" First Avenue. Uno stradone dritto dritto a saliscendi a 6 corsie lungo quasi 8 km che ti porta ad Harlem. In questo punto si decide la gara per molti, anche per i top runners. E' qui che i kenyani scattano e gli italiani "schiattano!". Anche io inizio a cedere. Anzi le mie ginocchia. L'infiammazione alle rotule che mi trascino da quest'estate si fa sentire.
Sto facendo un tempo discreto, ma il dolore è forte e quindi rallento per cercare almeno di arrivare a in fondo.
Le mie gambe non ne vogliono sapere e intanto arrivo sulla 5° strada ed entro in Central Park.
La gente che ti circonda quasi diventa fastidiosa. "You are great" ti urlano. Ma chi vogliono prendere in giro?
La maggior parte della gente, me compreso, non deve avere un gran bell'aspetto adesso... Central Park è fatto a collinette e a questo punto ti sembra di scalare l'Everest. Una "via Crucis" per molti. E penso: ma cazzo il giorno prima non mi sembrava così in salita. Riusciamo da Central Park e si arriva a Colombus Circle. Qui c'è l'ultimo cartello che indica "The last 400 yards". E ancora pensi con la vista annebbiata: ma quanto cazzo sono 400 yards?. Di nuovo si entra in Central Park. Mi fermo e faccio quasi 100 metri camminando con la gente che mi guarda sbigottita.
Faccio un ultimo profondo respiro come se fosse l'ultimo e inizio a correre all'impazzata, superando quasi tutti quelli che mi stanno davanti. Una sensazione magnifica. New York è una delle poche maratone che quando sei a 100 metri dall'arrivo ancora non vedi il traguardo sempre per quella collinetta che devi oltrepassare. Ma ecco ci siamo, taglio il traguardo e mi lascio andare felice quasi in un pianto liberatorio. Ce l'ho fatta!
Molto "gentilmente" con delle spintarelle ti suggeriscono di muoverti da lì che intralci le centinaia di persone che nel frattempo arrivano insieme a te.
Una teen ager americana ti accoglie con un "congratulation" e ancora un "good job" e ti lascia sfilare la medaglia al collo. Si fa ancora quasi un Km a piedi camminando in processione per cercare il pulmino UPS con la tua sacca per il cambio. Il ritorno in albergo e una doccia bollente è come un focolare nell'immenso freddo del nord.
Sportivamente non ho fatto un tempo da record, ma le emozioni vissute lasceranno un segno indelebile nella mia memoria.
Un pensiero a Brescia Marathon, tutta la squadra, e in particolare al "BARO" che mi ha fatto compagnia nei "lunghi" dei mesi scorsi e per il supporto morale. Da quando faccio parte del team in canotta verde la mia passione per la corsa ha messo delle radici ben più salde e non si sa mai che tra qualche anno New York mi aspetti ancora.
"Good job Brescia Marathon".
Stefano

lunedì 15 novembre 2010

CON TITO A N.Y. : NYCM +8 A volte ritornano

Se ne parlava ieri sera, sull AirTrain che porta ai diversi terminal dell'aeroporto JFK di New York; se ne ha la sensazione netta una volta atterrati in Europa. Un viaggio lascia un'impronta nello spirito di un uomo: le esperienze sportive e personali che si assommano in dieci intense giornate newyorkesi sono impagabili. Non si può dire di aver “vissuto” nella Grande Mela, ma gli si è dato qualcosa più di un assaggio. Si è avuto il tempo di conoscere degli americani e di condividere momenti con persone autoctone esterne al proprio gruppo di atleti provenienti dall'Italia. Certo, maratona a parte, c'è stato poco tempo per correre e pensare alla corsa, ma l'occasione di recuperare una maratona è perfetta per staccare un po' dall'attività, tirare il fiato e rigenerare muscoli e energie psichiche...
Teodoro ha corso 45' giovedì e dice che è stata una seconda maratona. Io ho fatto 4 uscite molto tranquille, non superiori a 1 ora, in compagnia di Filippo Lo Piccolo, che è risultato il miglior italiano di questa edizione della NYCM. La consapevolezza che quell' “onore” poteva essere mio è una motivazione forte per il futuro. Ora recupero ancora una settimana e poi si comincia la preparazione per i cross. Stessa sorte tocca al mio amico e assistito Teo, che ha bisogno di forza, prima ancora che di fiato!
E' stato un buon compagno di viaggio, credo che nel 2011, in autunno, famiglie permettendo, avremo la possibilità di ripartire per una nuova meta atletica!
Intanto lo spirito di Gebre ci guida (speriamo non al ritiro dalle competizioni come ha annunciato lui ;-)
T.T.
**

POST BRESCIANINA

Grazie a Foto Mirco, alcune immagini del post gara di ieri: durante le premiazioni e durante la visita allo stand della Gatorade. Entro domani le foto saranno raccolte in un album della Gallery4.

GLI AR..RIVI A RIVA

 
 
da Podisti.nethttp://www.fotopodisti.net/092010/index.php?cat=524

MARATHON DES ALPES MARITIMES NIZZA-CANNES - Integrazione

Ad integrazione del post di ieri, ecco i risultati di altri due dei nostri che ieri hanno corso la Maratona Nizza-Cannes.
Si tratta di Paolo D'Eramo, che l'ha chiusa brillantemente in 3:02:21, risultando dunque ampiamente il migliore dei nostri, ieri (Paolo è anche l'unico dei nostri ad essere sceso quest'anno sotto le 3 ore in Maratona) e Tite Togni che ha chiuso la gara in 3:47:48. Complimenti ad entrambi e grazie ad Anna per la segnalazione.
Come ho già avuto modo di dire più volte, quando correte fuori provincia, e ancor peggio all'estero, è spesso problematico trovare i risultati. Quindi, segnalatami senza problemi le vostre partecipazioni a gare forestiere e vi sarà dato il giusto risalto.

domenica 14 novembre 2010

BRESCIANINA IN COLLINA: MONICA E ALBY SUGLI SCUDI

Ecco la classifica dei nostri alla Brescianina, dove ieri si è concentrato il grosso del nostro plotone.
**
Il mio assistente acquisito, Cav. Condorelli, alias Condor 13, al secolo Daniele "Chiappucci" Arcari, ha già sviscerato alla grande i numeri di ieri.
Complessivamente buona la prova di squadra, seppure con qualche assenza più del solito. D'altronde, data la concomitanza di altre gare di cartello, considerando la classifica per Società oramai acquisita e dato che qualcuno sta ultimando la preparazione in vista di Maratone o altro, era cosa da mettere in conto.
Comunque, il buon 3° posto della graduatoria maschile, ma soprattutto l'ottimo 2° di quella femminile, sono risultati tuttaltro che disprezzabili. Anzi ...
La gara di ieri era valida anche come prova unica per l'assegnazione dei titoli individuali di Campione Provinciale Fidal di Corsa su Strada. Monica Baccanelli ci ha regalato così, l'ennesima grande soddisfazione, aggiudicandosi il titolo di categoria, ennesima perla di questa sua già splendida stagione. Molte comunque, come giustamente segnalato da Daniele nel suo commento, le prove di rilievo offerte ieri, segno di uno stato di forma, per molti ancora al top.
Segnaliamo anche l'esordio agonistico con i nostri colori per Antonella Marelli, Salvatore Vinci e Marco Pedrali (fratello di Enrico, al palo per un brutto infortunio, a cui vanno i nostri migliori auguri per una pronta ripresa). Ritorno alle gare, infine, dopo un interminabile periodo sfortunato, per Claudio Calvetti, finalmente lasciato in pace dal suo ginocchio "ballerino". Incrociamo le dita e .. Bentornato.
Qui le classifiche complete di ieri.

MARIA E SCAMO: YES, WE CANNES

42,195 km lungo un percorso d'eccezione, costituito da spiagge, insenature e coste rocciose, che portano i podisti dalla  Promenade des Anglais di Nizza fino dalla mitica Croisette di Cannes. Questo, in rapida sintesi, lo scenario che hanno affrontato oggi gli oltre 10.000 atleti che hanno disputato la 3^ edizione della Maratona delle Alpi Marittime.
Come già annunciato, erano 5 i leoncini in gara sulla Costa Azzurra e tutti ci hanno regalato splendide soddisfazioni. Su tutti, quello che forse si può considerare come il protagonista meno atteso: Alberto Mosca. Il meno accreditato dei Mosca Brothers si dimostra a proprio agio Oltralpe, e sulla passerella delle dive tira fuori un brillantissimo personale (3:44:06), facendosi precedere dal fratello Lorenzo, ma mettendosi alle spalle il Ponto, suo compagno di mille battaglie. L'altra grande sorpresa arriva da Maria Fioretti che, partita alla chetichella, a suo dire per una "vacanza" agonistica, abbassa a sua volta il personale di un paio di minuti, sempre accompagnata dal fido scudiero Andrea. Che questo non sia il segreto alla base di tutto? Prepararsi, si, ma correre soprattutto con la testa sgombra? Riflettiamoci. Ma intanto, complimenti davvero a tutti.
  • Lorenzo MOSCA 3:33:00
  • Alberto MOSCA 3:44:06
  • Claudio PONTOGLIO 3:49:14
  • Andrea GAVIOLI 4:02:07
  • Maria FIORETTI 4:02:08

HINTERLAND BORGOSATOLLO

Sempre grande Giacomo Moglia, il nostro uomo Hinterland. Anche nella gara di oggi a Borgosatollo (13 km circa), ha fatto il solito bel figurone, piazzandosi all'ottavo posto di categoria.
Qui le classifiche complete.

GARDA TRENTINO HALF MARATHON

Si è gareggiato stamattina anche a Riva del Garda, dov'era in programma la 9^ edizione della Mezza del Garda Trentino. Gara sempre gettonatissima: anche oggi oltre 2.700 gli atleti che hanno concluso la gara, il cui percorso porta gli atleti da Riva ad Arco e ritorno.
Erano 5 i nostri rappresentanti in terra trentina, guidati nientepopodimeno che, da Coach Alessio, autore di una prova di spessore. Il migliore dei nostri, tuttavia, è risultato Federico Sicura, leggermente al di sopra dei suoi livelli massimi, ma sempre grandissimo e oggi, 50° della graduatoria generale. Personale migliorato per Riccardo Canini e buone prove per Cirigliano e Gandolfi. Complimenti a tutti.
Qui sotto I risultati dei nostri. Classifiche complete su http://www.championchip.it/
  • 50° - Federico Sicura - (9° TM) - T.U. 1:18:26 - R.T. 1:18:17
  • 101° - Alessio Giugno - (18° MM45) - 1:21:32 - 1:21:16
  • 1535° - Pasquale Cirigliano - 1:47:53 - 1:46:56
  • 1717° - Riccardo Canini - 1:50:35 - 1:48:39
  • 2181° - Maurizio Gandolfi - 1:59:11 - 1:57:14

GIANCARLO E ALESSANDRO: GRAN TORINO

Quasi 2.100 gli atleti che hanno portato a termine stamattina la Maratona di Torino (Turin Marathon), vinta dall'azzurro Ruggero Pertile (2:10:57). Tra di loro, due nostri rappresentanti, Pianta e Schito. Per entrambi, record personale in maglia BSM (Alessandro, per soli 4 secondi, ma basta e avanza). E quindi, festa per tutti e due. Grandi.

891° - Giancarlo PIANTA - T.UFF. 3:37:14 - REAL T. 3:36:50 (Mezza 1:43:26) 
1739° - Alessandro SCHITO - T.U. 4:19:36 - R.T. 4:18:16 (Mezza 1:56:49)

Classifiche complete su www. championchip.it
***
Devo ancora pubblicare qualche resoconoto e fotografie ricevute dai nostri che hanno gareggiato a New York. Mi ripropongo di farlo in settimana. Intanto grazie a tutti quelli che si prodigano per fare diventare sempre migliore questo sito, inviandoci i loro contributi.

sabato 13 novembre 2010

AUGURI A LORENZO E FABRIZIO

I nostri migliori auguri a Lorenzo Pighetti (26) e Fabrizio Benzoni (25) per i loro compleanni di domani.

venerdì 12 novembre 2010

BRESCIANINA IN COLLINA: GLI ULTIMI 4 ANNI

Dal 2006 al 2009, da Brescia a Collebeato, e ritorno.

MARATONA DI BRESCIA 2011: SI FA !

Negli ultimi mesi serpeggiava il dubbio che la neonata Maratona dell'Acqua, andasse a sostituire nel calendario la"storica" Maratona di Brescia. Ed invece così non sarà. E' stata infatti ufficializzata la data della Brescia Art Marathon, che si disputerà il prossimo 13 Marzo 2011, sette giorni prima della Maratona di Roma.
Come già nel 2010, la 42 sarà affiancata da una Mezza Maratona e dalla sempre gettonatissima Brescia Ten.
I costi.
Maratona: 25 Euro entro il 31/12 - 30 Euro entro il 5/3 - 35 Euro successivamente - Gratis gli esordienti (non ho notizie più precise, al momento - non so, quindi, se si parla dell'esordio in Maratona o più semplicemente a Brescia)
Mezza: 15 Euro entro il 31/12 - 20 Euro entro il 5/3 - 25 Euro successivamente
Brescia Ten: 15 euro

COBRAM: ERRATA CORRIGE

Ad aiutare Maria, non è arrivato il desiderato Guttalax nel caffè di Marzia (vergognati Maria!), ma in suo soccorso è intervenuta la scoperta di un errore nei conteggi. Sistemato il tutto, ora Maria può vantare 33 punti di vantaggio su Marzia. Una bella boccata d'ossigeno, dunque, ma basterà per il podio? 
P.S. : chiunque scovi degli errori, me lo segnali senza problemi. Per quanto io cerchi di metterci la massima attenzione, qualche magagna scappa sempre.

CON TITO A N.Y. : NYCM +4 Il riposo dei guerrieri

Siamo già a giovedì. Sembra incredibile! Mesi e mesi di preparazione e tutto si brucia nel giro di poche ore, pochi giorni...
Tutto svanisce: i propri sforzi; le rinunce dei propri cari che “sopportano” le esigenze temporali dei maratoneti in allenamento anche la sera tardi sacrificando un po' del tempo che abitualmente si dedicherebbe alla famiglia o agli affetti; la voglia di programmare il futuro sportivo; il desiderio di infilare le scarpette e partire per una sgambata alla mattina presto, nel silenzio...
La stanchezza la fa da padrona e si pensa a gestire la giornata in maniera costruttiva ma al contempo rilassante. Io e Teodoro abbiamo avuto la fortuna (e la bravura organizzativa?) di riuscirci a ritagliare una settimana newyorchese nel post-maratona.
E' chiaro che durante il giorno +1 le gambe non rispondono ed è difficile chiedere loro di portarti a fare il turista in giro... Eppure le energie per qualche visita le abbiamo trovate. C'era anche l'elemento “moltiplicatore” delle forze: la medaglia al collo. Sembra una cosa da “sfigati” – perdonate il termine aulico – ma funziona: ci si saluta per strada tra sconosciuti e ci si fanno le congratulazioni; se qualcuno poi chiede che tempo hai fatto hai ottime probabilità di suscitare stupore! 2h33' per me e 3h11' per Teodoro sono dei tempi stellari per la massa dei podisti. Considerate che io ne ho messi dietro oltre 43800 (62°) e Teodoro oltre 42000 (1800° circa)... Teodoro ha portato a casa un nuovo personale, anche se la seconda parte di 6' più lenta della prima e il fatto che in 4 giorni non abbia più corso lascia pensare che qualche difficoltà l'abbia patita ;-)
Scherzi a parte, ora siamo troppo impegnati a vivere la città per pensare alla corsa (io però ho già fatto ugualmente tre uscite): MoMA, MET, Guggenheim, Empire State Building, 5th avenue, Museum of Natural History, Ground Zero, Liberty Statue and Ellis Island, Macy's (ah no, questo è un posto per lo shopping... ma fa parte del relax!), Meatpacking District., etc etc...
Ah, senza dimenticare “Mariella Pizza” all'angolo sudorientale tra la 57^ e la 9^!
T.T.
**
DeeJay Teo, "in botta da sundae all'hard rock café", consiglia Simon & Garfunkel - A heart in New York